IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

domenica 23 settembre 2007

LEGGE 267/2000

PARTECIPIAMO ALLE SEDUTE DEI NOSTRI CONSIGLI COMUNALI

Legge DLGS n. 267/2000


Art. 36
(Sedute pubbliche ed aperte)

1.
Le sedute del Consiglio e delle Commissioni Consiliari sono pubbliche. Non sono pubbliche le sedute nei casi di cui al successivo articolo 37.

2.
I provvedimenti concernenti singole persone che non comportino apprezzamenti di cui al successivo articolo 37, nonché quelli relativi alla decadenza dei Consiglieri comunali, sono adottati in seduta pubblica con votazione segreta.

3.
Si procede sempre in seduta pubblica per tutte le nomine e le designazioni di competenza consiliare e per le eventuali revoche, ove ammesse.

4.
Nel corso della trattazione di un argomento in seduta pubblica, il Consiglio o la Commissione, su proposta motivata del Presidente, deliberano con voti espressi in forma palese il passaggio in seduta segreta, nei casi di sopravvenuta necessità o opportunità, ai sensi del successivo articolo.

5.
L’adunanza aperta è convocata dal Presidente del Consiglio, sentita la Conferenza dei Capigruppo, o dal Presidente della Commissione, nei casi in cui si ritenga utile o necessario l’intervento in aula e nella discussione di personalità o parti sociali, politiche e culturali interessate ai temi da discutere. Tali sedute hanno carattere straordinario, e alle stesse, con i Consiglieri Comunali, possono essere invitati parlamentari, rappresentanti della Regione, della Provincia, di altri Comuni, delle Circoscrizioni, degli organismi di partecipazione popolare, delle associazioni sociali, politiche, sindacali interessate ai temi da discutere. In tali particolari sedute il Presidente, garantendo la piena libertà di espressione dei membri del Consiglio Comunale, consente anche interventi di rappresentanti come sopra indicati, o invitati, che portano il loro contributo di opinione, di conoscenza e di sostegno, e illustrano al Consiglio Comunale gli orientamenti degli enti e delle parti sociali interessati. Durante le sedute aperte del Consiglio Comunale non possono essere adottate deliberazioni od assunti impegni di spesa, anche di massima, a carico del bilancio comunale.

6.
Alle sedute del Consiglio e delle commissioni il Sindaco e gli Assessori partecipano prendendo posto in aula nel settore riservato all’esecutivo. Essi non concorrono alla formazione del numero legale e non hanno voto deliberativo. Relazionano sulle proposte di deliberazione della Giunta; intervengono nelle discussioni consiliari limitatamente agli argomenti di loro competenza. A tal fine l’Assessore delegato è tenuto a partecipare alla seduta consiliare.

Nessun commento: