IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

lunedì 10 settembre 2007

UNA GIORNATA SPECIALE

Salve ragazzi ho bisogno di rendervi partecipi delle emozioni che ho provato sabato 8 settembre per il D-day a Largo Agosta a Roma.

Sembrava una giornata come tante sveglia alle 6 ,30 come tutti i giorni, barba….. colazione poi mi salta in mente una cosa: “devo prendere il tavolo da campeggio per la raccolta delle firme”…..allora mi sono detto: Ci siamo!!!!!!!!! E’ arrivato finalmente l’8 settembre.

Preparo le cose in macchina………..parto…..e la mia mente comincia a ricordare:
le telefonate con Roman, Annalisa, e gli altri del gruppo di largo Agosta per organizzare il tutto ……..le paure di non fare in tempo con le autorizzazioni, la stampa dei volantini 5.000 mamma mia e chi li distribuisce 5.000 volatini………?

Intanto nella mia testa: e se viene poca gente? E se fosse un altro fiasco?

Arrivo a largo Agosta con Roman ci prendiamo un caffé e cominciamo a decidere dove mettere il gazebo………. E li sono cominciati i guai…… cioè le comiche.

Immaginate mentre io Roman e Massimo cercavamo di montare il gazebo……. La gente ci chiedeva dove firmare………..mentre due cercavano di non far crollare quello che eravamo riusciti ad assemblare del gazebo………l’altro prendeva il modulo e sul tavolo cominciava a raccogliere le firme questo alle 9 circa……………

Tra una risata e l’altra verso le 10 siamo riusciti a montare il gazebo grazie anche all’aiuto di alcuni volontari che impietositi delle nostre facce si erano fermati a darci una mano……..intanto la gente aumentava……….la fila diventava sempre più lunga………..alle 11 circa avevamo gia raccolto 250 firme…………..io e Roman ogni tanto ci guardavamo con sorrisi di soddisfazione per aver dato la possibilità a tanti nostri concittadini di poter manifestare la propria indignazione contro questa classe politica.

Non c’era un attimo di pausa, i moduli finivano con la velocità della luce eravamo riusciti ad organizzare 5 punti di raccolta delle firme……….non bastavano la fila era sempre più lunga fino alle 13,30 quando siamo riusciti a mangiare un panino e fare pipi.

Dalle 15 circa è stata l’apoteosi………….un mare di gente: ordinata, civile ……….senza un urlo, una parola fuori luogo,mamme e papa con i figli, nonne con i nipoti,ragazzi un esplosione di colori indescrivibile.

Senza un attimo di pausa con la mano indolenzita per i dati raccolti sui moduli siamo arrivati alle 21 quando per mancanza di moduli abbiamo fatto l’annuncio fatidico : LA RACCOLTA DELLE FIRME E TERMINATA PER MANCANZA DI MODULI.

La gente ancora in fila senza un gesto di disapprovazione capisce e ci ringrazia ugualmente cosciente che il popolo questa volta ha detto BASTA!

Questa giornata resterà per me una delle emozioni più belle della mia vita e che porterò con me in modo indelebile nella mia mente.

Un grazie ancora a tutti
Mimmo D’Orazio