IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

sabato 20 ottobre 2007

E INVECE I GIORNALI......................

FINANZIAMENTO PUBBLICO AI GIORNALI

Tutto cominciava con una legge dell’81 che dava un aiuto ai giornali di partito. Poi nell’87 la legge cambia e basta che 2 deputati dicano che il tal giornale è organo di un movimento politico, che può attingere ai contributi, nel 2001 la legge cambia di nuovo: bisogna diventare cooperativa, e tutti si adeguano. In questo modo siamo arrivati a spendere 667 milioni di euro all’anno. Questo nel 2006. Vediamo un riassunto.

Corriere della sera - Gazzetta = 23.507.613 Euro
Sole 24 Ore = 19.222.767 Euro
Espresso-Repubblica = 16.186.244Euro
Avvenire = 10.293.832 Euro
L'Unita' = 9.361.570 Euro
Conquiste del Lavoro = 6.975.549 Euro
Libero = 5.451.451 Euro
Non so se vi rendete conto che i 7 giornali su menzionati si sono pappati circa 85 Milioni di Euro

Il giornale d’Italia per prendere 2milioni e mezzo di euro all’anno ha costituito tramite due deputati il Movimento dei Pensionati Uomini Vivi e nel 2004 ha finanziato la Lega Nord con 200.000 mila euro.

Finanziamenti arrivano indistintamente a tutti i giornali attraverso i rimborsi delle spese postali elettriche e telefoniche e per l’acquisto della carta che dal prossimo anno non ci sarà più: Repubblica-Espresso riceve 12 milioni di euro. RCS e Corriere della Sera 25 milioni di euro, il Sole 24 ore della Confindustria, 18 milioni di euro. La Mondadori 30 milioni di euro. Dei finanziamenti diretti e di quelli indiretti che costano allo Stato 667 milioni di euro all’anno i cittadini non sanno nulla.

Fonte: http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243^1072595,00.html
FIRMATE TUTTI LA PETIZIONE:

Nessun commento: