IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

giovedì 28 febbraio 2008

BERLUSCONI NON E' ELEGGIBILE


Forse non tutti sanno, che Berlusconi non può essere eletto. Lo dice una legge dello Stato la n.361 del 1957 che prevede la ineleggibilità in Parlamento dei titolari di concessioni pubbliche di "rilevante interesse economico".Lo sapevano tutti. Uno che lo sapeva bene era Massimo D'Alema che alla festa dell'Unità di Bologna del 2000 disse: "Berlusconi, concessionario dello Stato, era ed è ineleggibile per incompatibilità". Ma allora perché a Berlusconi è stato permesso quello che la legge gli vietava? Semplice, perché, la Giunta per le elezioni, (* composta da parlamentari inciucioni), interpretò e sostenne che concessionario delle TV era Confalonieri e non Berlusconi. E così il nostro Paese passò da uno stato di diritto ad un Paese delle banane.In quel periodo governava ancora il centrosinistra. A D'Alema, quando adesso dice che Berlusconi è legittimato dal voto degli italiani, bisogna far sapere che sta legittimando e assicurando il profitto della vincita ad un baro. Se un centometrista, come disse Moretti, parte 200 metri più avanti degli altri, viene squalificato, anche se vince. Perfino in Thailandia, dove aveva vinto il clone di Berlusconi, la gente è andata in piazza e lo ha costretto a dimettersi.E in quel periodo governava ancora il centrosinistra. Ci sono leggi in tutto il mondo che stabiliscono un limite al possesso delle televisioni.... invece noi dobbiamo ascoltare costui che possiede tre TV e fa abusivamente politica da oltre 12 anni. La scaletta che propongo sul conflitto di interessi è:- 1) Berlusconi non può essere eletto in Parlamento in base alla legge vigente.- 2) La nuova legge sul conflitto di interessi deve stabilire che nessuno può avere più di una TV.- 3) Chi ha anche una sola quota in una concessione TV non può essere eletto in Parlamento.Tenete conto che i punti 2 e 3 facevano parte del programma dell'Ulivo nel 1996.....
Tratto da un intervento di Norberto Lenzi pubblicato sul libro"Tutte le battaglie di Beppe Grillo"

Nessun commento: