IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

mercoledì 6 febbraio 2008

CITTADINI IN CAMPO..............TOCCA A NOI CAMBIARE LA CASTA


Pubblico un interessante analisi di Stefano Angelo corrispondente de Comincialitalia.net,sull'importanza di non perdere questa occasione per sdradicare la casta

Qualche risultato questo Governo lo ha conseguito. Ma la contentezza per la sua caduta deriva dalla sua lentezza e dalla sua scarsa capacità di saper pubblicizzare il suo operato. Il Governo è apparso litigioso e incapace di rispondere ai bisogni della gente. Oltre ad occuparsi di conti pubblici ci si deve occupare anche della qualità della vita dei cittadini.Grillo ha indicato un percorso per il rinnovo della classe politica. La proposta è sensata ma richiede un certo tempo. Liste civiche che partono dalle comunali per passare alle regionali per poi, finalmente, partecipare alle elezioni politiche per il Parlamento.
Intanto però noi cittadini ci dovremmo riunire in comitati per creare gruppi di pressione che vigilino sull’attuale classe politica. Se rimaniamo inermi, alle prossime elezioni non cambierà molto. Vincerà molto probabilmente il centro destra. Ma questa classe politica che ha smarrito la via, avallando un sistema di potere che crea clientele e non meritocrazia, va marcata stretta, controllata.
La cosa che dispiace di più è che i cittadini di Ceppaloni, ma non solo loro, sono convinti che il sistema è così, immutabile, sono rassegnati. Le raccomandazioni sono sempre esistite, hanno detto. Quindi qualche politico ha ragione a dire che il Parlamento è lo specchio della società. Ma non di tutta la società. Quindi chi non si rispecchia è bene che trovi il modo per far sentire la sua voce.
Comincialitalia.it è una occasione, un luogo in cui dibattere, ma anche un luogo di aggregazione. Speriamo di poter rilanciare il progetto di “Federazione delle associazioni, movimenti, partiti e blog”, dialogando con chi ha intenti simili ai nostri. Solo creando una grande rete possiamo far sentire la nostra voce. Trovare una piattaforma comune è difficile ma non impossibile. L’importante è tentare di fare un passo alla volta…

Nessun commento: