IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

giovedì 8 maggio 2008

FEDELTA ALLA REPUBBLICA ITALIANA

Umberto Bossi è Ministro della Repubblica. Ha giurato fedeltà alla Repubblica Italiana. Durante un comizio a Venezia ad una cittadina che sventolava il tricolore ha urlato: “Quella buttala nel cesso!”
Roberto Calderoli è Ministro della Repubblica. Ha giurato fedeltà alla Repubblica Italiana. Ha definito “una porcata” la vigente legge elettorale di cui è autore. Nel 2006 dovette dimettersi da Ministro dopo le tensioni internazionali (e gli 11 morti) causate da una sua presa in giro di Maometto.
Mara Carfagna è Ministro della Repubblica. E’ una “velina prestata alla politica”. I maligni si soffermano sul gossip e ricordano quando la ex miss Italia mancata (giunse sesta) fu oggetto delle galanterie del Cavaliere al punto da scatenare l'ira della signora Veronica Lario quando il marito, in diretta tv, rivelò che avrebbe sposato subito la sua pupilla ex soubrette se non fosse già impegnato.
A questi campioni aggiungiamo il Presidente del Consiglio Berlusconi. Ha giurato fedeltà alla Repubblica Italiana. E’ implicato in decine di inchieste giudiziarie alle quali cerca di sfuggire (purtroppo riuscendoci) da 15 anni a questa parte. E’ “pregiudicato e spergiuro”. E’ stato infatti accertato (non è mai stato assolto) che ha dichiarato il falso sotto giuramento ai giudici di Venezia che lo interrogavano sulla sua appartenenza alla P2. Ma che bella compagnia!
Conclusione. Quale credibilità può avere un governo del genere? Quale rispetto possiamo attenderci nel contesto politico internazionale?

1 commento:

Anonimo ha detto...

questo sono gli antipasti,il peggio deve ancora arrivare.Aspetti e vedrai!
Spero che il popolo italiano resti sveglia e al varco,perchè cambiare la costituzione sarà un altra "porcata"...tutto "ad personam"!!!