IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

mercoledì 5 novembre 2008

IPOTETICA INTERVISTA DOPO LA VITTORIA DI OBAMA


Giornalista: "Allora Presidente, come vede la vittoria di Obama?"
Berlusconi: "Era prevedibile. Sicuramente ha seguito i consigli che gli ho dato quando è venuto in Italia."
G: "Mah... veramente Presidente, Obama si è fermato in Francia e Regno Unito, ma in Italia non è venuto."
B: "Cribbio! Ecco la solita disinformazione della Sinistra. Io non ho mai detto che Obama è venuto in Italia."
G: "Bene Presidente, passiamo ad un altro argomento. Cosa ne pensa delle dichiarazioni di Gasparri?"
B: "Il Ministro Gasparri, che ha avuto l'onore di dare il suo nome ad un ottima legge, dice cose sempre ragionate e sensate, ed io condivido in pieno le sue dichiarazioni."
G: "Ma veramente Presidente, Gasparri è nella bufera per aver associato Obama ai terroristi di Al Qaeda."B: "Diamine! Si Contenga! Non mi metta in bocca parole che non ho detto. Io non approvo quello che ha detto Gasparri. A proposito cosa ha detto?"
G: "Lasciamo stare Presidente. Cosa ne pensa di un nero alla Casa Bianca?"
B: "Siamo solidali con gli USA per il problema dell'immigrazione clandestina. Chiederò al Ministro Calderoli di recarsi negli USA per offrire il nostro aiuto per arrestare e cacciare questo immigrato da questa Casa Bianca."
G: "Ma Presidente... il nero è Obama e la Casa Bianca è la residenza Presidenziale."
B: "Basta!!! Voi giornalisti appecoronati alla sinistra dite sempre falsità per screditare il governo con frasi ed azioni mai compiute. Si vergogni. Voi fate un USO CRIMINOSO della tv pubblica pagata col canone dei cittadini."
G: "Ma Presidente... io sono Riotta, non mi riconosce???"B: "Ecco, lei è un Eversivo Riottoso. Darò istruzioni dettagliate al Ministro dell'Interno su come usare la forza pubblica contro voi sinistri, ma io non l'ho mai detto."
PUBBLICITA'

Nessun commento: