IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

giovedì 7 gennaio 2010

IL SACCO DI ROMA ALEMANNO PEGGIO DEI BARBARI





Roma, 6 gen. (Adnkronos) - Un'area di oltre 52 metri quadri per il primo centro sportivo del Cral, il circolo lavorativo Ama. Questo l'annuncio del sindaco di Roma Gianni Alemanno che oggi ha partecipato, insieme ai vertici Ama Marco Daniele Clarke e Franco Panzironi, al tradizionale appuntamento 'La Befana del Netturbino'. Presenti anche l'assessore comunale all'Ambiente Fabio De Lillo, il presidente del Municipio IV Cristiano Bonelli e il presidente del Cral Alessandro Bonfigli. L'iniziativa, dedicata ai lavoratori Ama e alle loro famiglie, si e' svolta presso l'American Circus a via delle Tre fontane a Roma. "La consegna del terreno dove sorgera' il centro sportivo del Cral Ama e' un antico impegno del Comune di Roma che finalmente portiamo a compimento con una delibera di giunta -ha dichiarato Alemanno- si tratta di un'area libera che potra' essere cantierata molto rapidamente, quindi in breve tempo avremo questa nuova struttura". Il centro sportivo, previsto da una memoria di giunta del 22 dicembre 2009, sorgera' in zona Casale Nei, a ridosso di Porta di Roma-Bufalotta, all'interno dei 160 ettari del Parco delle Sabine e comprendera' 4 campi da tennis, due campi da calcio a cinque e due da calcio a otto, una piscina scoperta e una pista ciclabile, una palestra coperta, una ludoteca e due campi da bocce, che saranno aperti anche ai residenti del IV Municipio. Dopo l'autorizzazione del consiglio comunale, agli uffici comunali competenti sara' dato mandato di predisporre la documentazione necessaria per la stipula dell'atto. "Il, centro dovrebbe essere pronto circa un anno dopo la delibera del consiglio", ha spiegato Panzironi. (segue) Una domanda ci sorge FORTE E SPONTANEA: ma con i chiari di luna dei pochi finanziamenti del comune di Roma, con i drammatici problemi in termini di servizi dell'intera area lungo via Bufalotta, era proprio una priorità a Bufalotta il Centro Sportivo dell'AMA e del suo CRAL, CHE DEVE ANCORA DIMOSTRARE DI MERITARSI GLI ONERI CHE PER IL SUO FUNZIONAMENTO CONTINUANO A GRAVARE SULLE SPALLE DEI CITTADINI ROMANI ??

Nessun commento: