IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

mercoledì 6 luglio 2011

J’ACCUSE DI PIETRO: HANNO FALSIFICATO IL TESTO PER PRESENTARLO A NAPOLITANO (ROBA DA DENUNCIA ALLA MAGISTRATURA!) -

Jena per "La Stampa" - La rubrica di oggi l'ha scritta ieri Berlusconi.DIPIETRO

2. DI PIETRO, FALSIFICATO TESTO PRESENTATO A NAPOLITANO...
(Adnkronos)
- "Qualcuno dei famigliari dovrebbe dirgli di cambiare i suoi consiglieri. Da qualche tempo non ne azzeccano una. Hanno continuato a sfornare leggi ad personam che la Corte Costituzionale o i referendum popolari hanno spazzato via'. Lo dice il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, in un'intervista pubblicata oggi dal Secolo XIX.


'Allora l'atto presentato a Napolitano e' diverso da quello approvato in consiglio dei ministri. Quindi qualcuno lo ha falsificato. Ci sono gli estremi perche' intervenga la procura. Chiedo a Berlusconi di venire a riferirne in Parlamento', aggiunge.


'Appena un paio di settimane fa 27 milioni di italiani hanno votato per dire basta alle leggi ad personam. Averne riproposta subito una ha voluto dire offendere la volonta' degli italiani e umiliare la democrazia. E' stato un comportamento immorale, ancor prima che incostituzionale, che rende indegno questo governo che aveva trasferito la norma in un decreto legge in via d'urgenza per agevolare gli affari privati del presidente del consiglio. Se Berlusconi non si fosse attivato per impedire i referendum facendo la legge sul nucleare e poi ricorrendo alla Consulta e alla Cassazione, i cittadini non avrebbero reagito andando in massa a votare anche per affermare il proprio diritto di esprimersi', conclude Di Pietro.

MAURIZIO SACCONI

3. SACCONI, PRONTI A MODIFICA SU RIVALUTAZIONI ALLE PENSIONI...
(ANSA)
- Sulla norma relativa alla rivalutazione parziale delle pensioni, inserita nella manovra, "siamo pronti a modifiche". Lo ha assicurato il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. "Siamo apertissimi a discuterne, come abbiamo detto da subito"."Le fasce più basse sono indicizzate al 100%. Si tratta di guardare alle fasce medie e alte. Siamo pronti a modifiche", ha affermato Sacconi, parlando a margine di una iniziativa organizzata da Censis e Unipol.


"Ma non dimentichiamo - ha aggiunto - che norme di questo tipo sono state fatte da tutti i governi di centrosinistra. Eviterei, quindi, una polemica ideologica a questo proposito. Verifichiamo i modi di produrre un effetto finanziario ma diversamente da come oggi è disposto. Siamo apertissimi a discuterne come abbiamo detto da subito".


4. DONADI, SULLE PROVINCE PERSA OCCASIONE PER COLPO GRAZIA GOVERNO...
(ANSA)
- "Ieri, con la mancata abolizione delle province, si è persa una grande occasione per dare il colpo di grazia ad un governo pessimo che sta procurando solo guai all'Italia ed agli italiani". Lo afferma il capogruppo Idv alla Camera Massimo Donadi. "La politica - aggiunge Donadi - ha perso anche la possibilità di dimostrare che è capace di tagliare gli sprechi ed intervenire sulle sacche di inefficienza dell'apparato statale.


Tagli agli sprechi ed ai costi della politica che sarebbero doverosi mentre gli italiani, lavoratori, imprese e famiglie, pagano il conto di una pesantissima crisi economica, anche a causa di una manovra iniqua". "Anche l'astensione del Pd - conclude il capogruppo Idv - ha contribuito a far perdere queste opportunità, con una strategia che risulta francamente incomprensibile".

PIER FERDINANDO CASINI

5. CASINI SU PROVINCE, DA DI PIETRO GIUSTA SENTENZA, GRAVE ERRORE PD...
(Adnkronos)
- "Di Pietro e' solito emanare sentenze, non e' detto che tutte siano sbagliate. Il Pd ha commesso senz'altro un grave errore politico" nell'astenersi sul voto in aula alla Camera sulla soppressione delle Province. Una decisione che ha mandato su tutte le furie il leader dell'Idv, che ha parlato di 'tradimento generalizzato'. Secondo il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini, ieri a Montecitorio "si e' persa un'occasione, mancata una promessa che noi avevamo fatto sia con Berlusconi che in seguito con il Pd".

GAETANO QUAGLIARIELLO

"Ora ci siamo ritrovati soli con Di Pietro", sottolinea Casini entrando a Palazzo Marini per un incontro sulle violenze sugli animali. La 'sforbiciata' alle Province "e' comunque indispensabile, ed e' un grave errore - ribadisce - che il Pd si sia rifiutato di aiutare una battaglia giusta, simbolica e seria per asciugare il ceto politico e i suoi costi".


6. QUAGLIARIELLO, NORMA SU LODO GIUSTA MA TRA NOI C'E' CODA DI PAGLIA...
(Adnkronos)
- "Qualche volta c'e' una specie di complesso di inferiorita', per cui, anche da parte nostra, si pensa di non poter sostenere delle buone ragioni. Come se avessimo la coda di paglia". Lo spiega, a 'la Stampa', Gaetano Quagliarello parlando della norma sul lodo Mondadori e argomentando di un "conflitto di interessi in senso inverso".

ROCCO BUTTIGLIONE

"Un un giudizio politico sereno da parte degli avversari di Berlusconi ormai e' impossibile -dice il vice capogruppo del Pdl al Senato-. La cosa peggiore e' che si stravolge anche, sulla base di un sospetto, qualsiasi grammatica istituzionale. Quando poi questo spettro viene spazzato via, come Berlusconi ieri ha fatto, tutto il resto viene alla luce'. Per Quaglierello, "la norma ha suscitato polemiche, sia politiche che istituzionali, alla luce delle quali e' stato saggio, e anche responsabile, che il presidente del Consiglio ne abbia disposto il ritiro".

LONGO E GHEDINI big

Per l'esponente del Pdl "quelle norme avevano una loro razionalita" ma "in Italia e' come se la razionalita' delle norme sparisse completamente per privilegiare un giudizio a priori. Una sorta di pregiudizio ad personam".


7. BUTTIGLIONE, NORMA SALVA FININVEST MODO PER BRUCIARE ALFANO...
(Adnkronos)
- "Quanto e' accaduto e' evidentemente un modo per bruciare la missione di Alfano prima ancora che cominci". Lo dice, al 'Messaggero', Rocco Buttiglione parlando della norma sul lodo Alfano.

La Padania 6 luglio

"Su di una cosa cosi' il segretario non tocca palla? Non dice nulla, non interviene? Berlusconi fa e disfa' e il leader del partito come si comportera': stara' zitto? O chiedera' spiegazioni?", si chiede il presidente dell'Udc.


8. 'LA PADANIA', LEGA SBALORDITA DA NORMA SUL LODO...
(Adnkronos)
- "Lega sbalordita". La 'Padania' di oggi non ha dubbi nello schierarsi sulla vicenda della norma sul lodo Mondadori contenuta nella manovra e poi cancellata. Il quotidiano della Lega apre con un titolo ironico 'Il giallo mondadori', con tanto di copertina di romanzo economico dal titolo 'Il lodo' in cui campeggia la foto di palazzo Chigi. "Il premier costretto a cancellare la legge", dice la 'Padania' parlando di "profondo malumore" della Lega.


9. LONGO,VEDREMO SE CHIEDERE SOSPENSIONE PROCESSO PREMIER
(ANSA)
- Dopo la decisione della Consulta che ha ammesso il conflitto di attribuzione sollevato dalla Camera i difensori di Berlusconi stanno valutando attentamente se chiedere ai giudici della Quarta Sezione Penale la sospensione del processo in attesa del verdetto finale della Corte Costituzionale. Lo ha spiegato il professor Piero Longo, uno dei legali del premier, che a proposito dell'istanza di sospensione del procedimento, ha spiegato che "ne discuteremo, vedremo, e sarà una decisione valutata con attenzione". Il legale ha inoltre aggiunto: "Eravamo sicuri che il conflitto venisse ammesso". L'ammissione del conflitto, secondo il codice, non ferma il processo, a meno che i giudici non accolgano una precisa richiesta delle difese o di qualsiasi delle parti.

BOCCASSINI

10. PROCURA, I PROCESSI VANNO AVANTI SE LO DECIDE IL GIUDICE
Radiocor
- 'I processi vanno avanti se lo decide il giudice'. E' quanto fanno notare fonti della procura di Milano alla luce della decisione della Corte Costituzionale di ammettere il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato in riferimento al processo sul caso Ruby, che vede imputato il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, per concussione e prostituzione minorile.


11. ISOLATO UFFICIO GASPARRI PER BUSTA CON POLVERE BIANCA...
(Adnkronos)
- L'ufficio di Maurizio Gasparri al Senato e' stato isolato dopo che una segretaria ha aperto una busta contenente polvere bianca e un messaggio minatorio al capogruppo Pdl e al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.


Secondo quanto riferito dall'ufficio stampa del gruppo Pdl a Palazzo Madama stamattina una busta bianca indirizzata a Maurizio Gasparri e' giunta nella sua segreteria. Una delle collaboratrici del capogruppo l'ha aperta e ha rinvenuto della polvere bianca con il messaggio: "Questa ed altre polveri come questa fermeranno te e Berlusconi".


Immediatamente e' scattato l'allarme e sono intervenuti i medici e i vigili del fuoco e la donna e' stata immediatamente all'ospedale Spallanzani per gli accertamenti del caso, mentre altre tre collaboratrici del presidente dei senatori del Pdl sono state sottoposte a controlli medici precauzionali. L'ufficio di Gasparri al momento e' isolato.

MAURIZIO GASPARRI

12. FALSO PROFILO FACEBOOK DI TREMONTI, GDF DENUNCIA DUE GIOVANI...
(Adnkronos)
- La Guardia di finanza ha individuato e denunciato due giovani che avevano 'rubato' l'identita' su Facebook al ministro dell'Economia Giulio Tremonti. I due avevano aperto a nome del ministro un profilo sul noto social network che nel giro di pochi giorni aveva ottenuto 5.000 amici.


La denuncia e' scattata a seguito delle indagini della Procura di Roma, coordinata dal procuratore aggiunto Nello Rossi, dirette dal sostituto procuratore Giuseppe Corasaniti, e hanno visto impegnati i militari del Gat Nucleo speciale frodi telematiche, del Nucleo di polizia tributaria di Roma e della tenenza della Guardia di finanza di Pontassieve (Firenze).


I due, entrambi 30enni, sono stati rintracciati uno in provincia di Firenze e l'altro in provincia di Torino. Si tratta di due persone con grandi competenze informatiche, spiega una nota della Guardia di finanza, che dopo aver avviato la pagina con il finto profilo del ministro Tremonti hanno iniziato a postare messaggi fuori protocollo.


13. IR: DA OGGI GRUPPO CAMBIA NOME IN 'POPOLO E TERRITORIO' ...
(ANSA)
- Il gruppo di "Iniziativa responsabile" cambia nome. Da oggi si chiamerà "Popolo e Territorio": lo ha detto Silvano Moffa nel corso di una conferenza stampa alla Camera

Nessun commento: