IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO IN QUESTO ISTANTE AMMONTA A:

lunedì 2 aprile 2012

NON C'E' SOLO CALEARO ECCO LE MIRABOLANTI AFFERMAZIONI DEI NOSTRI PARLAMENTARI



Non c'è solo Calearo. Ecco a voi le incredibili affermazioni di alcuni parlamentari. Un vero e proprio vademecum della vergogna per orientarsi nella mente profondamente distorta del deputato medio italiano. Buona lettura.
Onorevole Michele Pisacane, PT: Io e mia moglie portiamo a casa 30 mila euro al mese: ma se uno investe nella politica questi soldi sono pochi! ... Io con il mio stipendio faccio una vita da cani.
Onorevole Giorgio Clelio Stracquadanio, Pdl: Prostituirsi per fare carriera in politica è legittimo.
Onorevole Mario Pepe, gruppo Misto: Prendo 3 mila e rotti euro al mese di vitalizio, senza vitalizio ne prenderei solo 1.200 ... Il parlamentare deve avere la serenità economica, deve sentirsi garantito ... Ma lo sa io quanti testimoni di nozze ho fatto quest'anno, ma lo sa quanti regali ho fatto? Ho fatto il testimone di nozze a 21 matrimoni!
Senatore Riccardo Villari, Coesione Nazionale: Il ristorante del Senato non è niente di speciale, non è Chez Maxim ... è cibo conforme al prezzo, al massimo si può prendere un'insalatina, un po' di riso ... quando posso vado alla Camera ... da noi non c'è nemmeno il pesce fresco!
Europarlamentare Ciriaco De Mita, Udc: No no no ora le spiego subito (perché sono uno dei deputati più assenteisti d'Europa) ... se mi fermassi fino al giovedì perderei l'unico volo diretto per Roma, e sarei costretto a fare scalo a Parigi ...
Onorevole Antonio Gaglione, gruppo Misto: Perché non vengo mai in Parlamento? Tanto è inutile, in questi tre anni l'attività legislativa si è impantanata ... Lo ammetto, quando arriva lo stipendio da Roma non mi sento a posto ... con contributi e indennità si arriva a 11 mila euro al mese. Mia moglie mi dice sempre di dimettermi, ma il mio bilancio è positivo, non mi dimetto.
Senatore Marcello Dell'Utri, Pdl: A me della politica non me ne frega niente ... mi sono candidato solo per non finire in galera
Onorevole Antonio Razzi, PT: Se non era per me e Scilipoti Berlusconi non si salvava ... Io il 14 dicembre ho pensato ai cazzi miei ... per 10 giorni mi fottevano la pensione ... qui sono tutti malviventi, se non fai da solo ti si inculano loro.

da: isegretidellacasta.blogspot.it

Nessun commento: